15.10.2011
Italia » Giuseppe Parente

Etleboro

Un movimento fortemente radicato nel sud del paese ma a carattere nazionale, capace di rappresentare i senza voce, e soprattutto quei milioni di italiani che stanchi della solita minestra, da anni, non partecipano più alla vita politica non andando neanche a votare, perché stanchi della classe dirigente. E' questo l'ambizioso progetto a cui sta lavorando il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

Il nuovo soggetto, di cui ancora non si conosce il nome, anche se, secondo indiscrezioni potrebbe chiamarsi Movimento Sud, oppure l'Italia è tua, allargamento politico di respiro nazionale della lista civica “Napoli è tua” che discreti successi ha riportato alle ultime elezioni comunali partenopee, dovrebbe essere presentato alla stampa e all'opinione pubblica nel mese di novembre, con una convention nazionale che si svolgerà a Napoli.

Il primo cittadino partenopeo prova a “scassare” anche in altre città, dopo averlo fatto nella sua città, consentendo al centro sinistra alternativo, da lui guidato, di governare, relegando il Popolo delle libertà ed il Partito Democratico, i due principali partiti politici italiani, al ruolo di opposizione. L'obiettivo dell'ex Pm è quello di dimostrare, che nel Meridione non esistono solo la camorra e la spazzatura come vorrebbero far credere, ma anche forze sane e propositive. Il nuovo soggetto politico ideato da de Magistris, dovrebbe raccogliere consensi dentro il  Partito democratico, l'Italia dei Valori e Sinistra Ecologia e libertà, ma anche e soprattutto al di fuori dei partiti politici tradizionali, per esempio, nelle associazioni e nei movimenti civici, non ultimo quello dei cosiddetti “indignados”, con un nuovo modo di fare politica nel paese rendendo protagonista la gente.

La conferma di questo bisogno di partecipazione politica, si è avuta proprio alle ultime elezioni comunali di Napoli, quando una fetta importante della popolazione come i giovani, la borghesia, i moderati e i liberali hanno contribuito, specie al secondo turno, alla sua vittoria. L'idea forza del sindaco di Napoli è quella di tradurre le giuste e sane istanze di democrazia e partecipazione in idee di governo e di cambiamento della situazione. Tra i primi aderenti alla sua creatura partitica, a quanto pare, vi sono il sindaco di Bari Emiliano e Paolo Cacciari, fratello del filosofo Massimo, ex sindaco di Venezia.   

 

 

Giuseppe Parente