01.11.2012
Napoli » Antonio Casolaro

Etleboro

Finalmente è giunta a termine e nel migliore dei modi la battaglia ambientalista nel nolano e questo grazie all’impegno e alla dedizione delle associazioni ambientaliste e in particolare dei volontari di “Rifiutarsi” dalla cui pagina internet riportiamo la notizia:

“Dopo 5 mesi di battaglie, 2 denunce per i responsabili della società interessata, una messa in sequestro dell’area in questione, una petizione al parlamento europeo, un’interrogazione parlamentare in sede europea ed italian, finalmente sono stati rimossi i 4 container, pieni di rifiuti di ogni tipo, abbandonati da più di 2 anni dalla società Campania Felix Spa a Boscofangone di Nola.  Appare evidente che tale obiettivo è stato reso raggiungibile grazie all’indignazione, trasformatasi in azione concreta, di cittadini, associazioni, comitati, gruppi ambientali e giornali locali, uniti da una lotta comune. È questa stessa indignazione che deve spingerci a continuare questa battaglia per far venire alla luce tutta la storia di “Campania Felix Spa”.  La storia di una società di proprietà al 100% dei comuni di Tufino, Nola, Mariglianella, San Vitaliano, Visciano e Saviano. Una società che fino a febbraio si è occupata della gestione del ciclo dei rifiuti dei comuni dell’Agro Nolano “ Insomma una vittoria importantissima e di buon auspicio per il futuro.

 

 

 

 

Antonio Casolaro